Le motivazioni che spingono una persona a contattare uno psicologo sono solitamente rintracciabili nella sofferenza psicologica che un individuo avverte in periodi particolarmente difficili della vita, a seguito di eventi problematici, in concomitanza di specifici traumi o impasse evolutive che ne minano la stabilità.

Tutto ciò spesso rende gli spazi di pensabilità molto ridotti, questo crea delle aree oscure ed inelaborabili che richiedono un'intervento specifico di ricostruzione di una storia di vita oscura e rimossa che causa disagio, sofferenza ed una specifica sintomatologia.

Nella mia esperienza le persone che si rivolgono a me, lo fanno perché vivono un disagio psicologico più o meno intenso, questo può essere legato ad una specifica patologia, ansia, attacchi di panico, depressione, o semplicemente perché vivono situazioni ad alta conflittualità familiare o di coppia.

Lettino di Freud presso lo studio di Vienna
Lettino di Freud presso lo studio di Vienna

L'analisi offre un contesto di pensabilità personale che tende a mettere il paziente nella condizione di contattare aree via via sempre più profonde di sé al fine di elicitare un cambiamento attraverso la figura del terapeuta.

Generalmente propongo a chi mi si rivolge alcuni colloqui preliminari a seguito dei quali, se lo ritengo necessario, prospetto un percorso psicoterapeutico che può avere una durata ed una frequenza variabile in funzione delle specifiche difficoltà individuali.